Le nostre vite in svendita? Noi diciamo BASTA!

 

 

La dignità dell’essere umano è al centro del pensiero e dell’azione del MovES.

La certezza di poter soddisfare attraverso il lavoro i naturali bisogni umani è il presupposto essenziale affinché la dignità delle donne e degli uomini si affermi al centro del vivere sociale e comunitario.

Lo Stato deve offrire LAVORO PUBBLICO GARANTITO

VOGLIAMO il ripristino e l’ampliamento dello Statuto dei Lavoratori e l’abrogazione di tutte le leggi che minacciano salari, diritti di rappresentanza sindacale e pensioni, e in particolar modo l’abolizione completa del JOBS ACT.

DOBBIAMO tendere alla piena occupazione anche con una riduzione dell’orario settimanale di lavoro oltre che rendere compatibili i processi produttivi con la sostenibilità ambientale.

Il DIRITTO UNIVERSALE AL LAVORO come BENE DELLA VITA non può essere garantito senza l’istituzione di un SALARIO SOCIALE per coloro che esclusi dal mondo del lavoro vedono negarsi la propria dignità umana. É questo un principio di civiltà socialista che deve trovare compimento e perfezionamento in una modifica del dettato costituzionale affinché un mero principio possa evolvere in diritto reale e universale.

La nostra sinistra di TRASFORMAZIONE non è chiusa in stereotipi delle epoche passate perché vede dalla stessa parte la convergenza di interessi comuni le seguenti categorie sociali:
lavoratori salariati del settore privato e pubblico, precari, pensionati, disoccupati, artigiani, liberi professionisti, lavoratori autonomi con partita IVA e commercianti, studenti universitari e infine gli imprenditori della piccola e media impresa consapevoli che profitti ragionevoli sono compatibili solo con politiche economiche espansive per la PIENA OCCUPAZIONE, TUTELA DEI REDDITI, TUTELA DEL RISPARMIO.

 

 

.

(immagini dal web)