ESSERE SCIENZIATI E’ LOTTARE PER IL DIRITTO ALL’INCERTEZZA CONTRO OGNI DOGMA

ESSERE SCIENZIATI E’ LOTTARE PER IL DIRITTO ALL’INCERTEZZA CONTRO OGNI DOGMA

Richard Feynman

La conoscenza scientifica è un insieme di dichiarazioni a vari livelli di certezza – alcune quasi del tutto insicure, altre quasi sicure, ma nessuna assolutamente certa.

Noi scienziati ci siamo abituati, e diamo per scontato che sia perfettamente coerente non esser sicuri, che si possa vivere senza sapere.

Non so però se tutti ne siano consapevoli.

La nostra libertà di dubitare è nata da una lotta contro l’autorità, agli albori della scienza.

Era una lotta profonda e possente: permetteteci di mettere in discussione, di dubitare, di non esser certi.

E’ importante, credo, non dimenticare questa lotta e non perdere così quanto abbiamo conquistato.

In questo risiede una responsabilità verso la società.

Richard Feynman

TRA LA SALUTE E IL BUSINESS DEVE ESSERCI LO STATO

TRA LA SALUTE E IL BUSINESS DEVE ESSERCI LO STATO

Vaccini

di Massimo RIBAUDO

Pier Paolo Pasolini fu assassinato, secondo molte testimonianze e collegamenti fattuali, per il suo romanzo “Petrolio”.

Aveva toccato un filo dell’alta tensione.

Credo che oggi, se qualcuno osasse scrivere “Farmaceutica”, avrebbe lo stesso destino.

Tutti parlano di Scienza, a proposito dei vaccini. E chi può essere contro il metodo scientifico correttamente applicato?

Ma il punto non è questo.

Da parte dello Stato, che in questo senso dovrebbe essere una guida, non c’è spiegazione, elaborazione e diffusione di dati chiari e certi. Solo allarmismo. E poi imposizione di obblighi.

Ministero della Salute e antivaccinisti sono uguali. Offrono solo disinformazione.

E intanto la Farmaceutica privata, il business più grande che esista al mondo, si fa gli affari suoi.

Dimensione carattere
Colors