DESECRETATI GLI ATTI SULLA MORTE DI BORSELLINO: AVREMO DAVVERO LA VERITÀ?

DESECRETATI GLI ATTI SULLA MORTE DI BORSELLINO: AVREMO DAVVERO LA VERITÀ?

da Coordinamento Nazionale del MovES

Dopo 25 lunghi anni in cui è cambiata radicalmente la faccia del nostro paese proprio a causa della Trattativa Stato-Mafia, ma non del sistema mafioso che ha infiltrato lo Stato, il Consiglio Superiore della Magistratura ha deciso di desecretare gli atti riguardanti la strage di Via D’Amelio e l’uccisione del Giudice Paolo Borsellino.

Saperlo, a fronte dell’assoluzione in Corte d’Appello a Catania di TUTTI gli imputati, genera amarezza perchè sembra una totale e assoluta presa in giro.

Da un lato si compiono scelte che hanno la pretesa di voler dimostrare l’assoluta trasparenza dello Stato.

Dall’altro la stessa Magistratura prende decisioni mostruose sugli imputati coinvolti nella strage.

Una sceneggiata continua quella delle Istituzioni di questo paese e addolora dirlo perchè si va avanti con il dover constatare come le stesse Istituzioni stiano ormai suicidando anche se stesse, insieme alla giustizia e alla verità, insieme a tutto il popolo italiano.

Siamo dunque piuttosto scettici su quanta luce verrà mai fatta in merito a questa orrenda vicenda che ha avviato una stagione drammatica per l’Italia, in cui lo Stato si è piegato al volere mafioso ed ha trattato la resa della democrazia alle organizzazioni criminali che minano la Repubblica Italiana e il suo impianto istituzionale ormai da fin troppo tempo.

Dopo quanto accaduto in Corte d’Appello a Catania, alla luce della notizia della secretazione, la domanda che sorge alla mente è: perchè dovrebbero veramente dire la verità, specie in un simile momento storico?

Quindi ancora una volta toccherà A NOI.

Toccherà a noi CHIEDERE CON FORZA che venga fatta chiarezza una volta per tutte.
Toccherà a noi, mantenere viva la memoria di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone e delle persone delle loro scorte assassinate insieme a loro.

Non dimentichiamoci UN SOLO GIORNO del nostro impegno a far sì che uomini che hanno dato la vita per servire le Istituzioni, finiscano dimenticati e soprattutto NON SMETTIAMO MAI di chiedere che sia fatta davvero giustizia.

NOI VOGLIAMO LA VERITÀ.