COSA VUOI DIRMI SUI ROM?

COSA VUOI DIRMI SUI ROM?

Campo Rom - Magliana

di Antonio CAPUANO

Perdonatemi,

cosa si intende esattamente con frasi tipo “non si può pensare che tutti i Rom siano cattivi, ma nemmeno che siano tutti buoni ed avere così un atteggiamento buonista a prescindere…“?

In primo luogo, tale assunto è applicabile a tutto il genere umano, dato che è pacifico asserire, come buoni o cattivi ci siano in tutte le razze, classi e etnie, nessuna esclusa.

Ciò detto, nessuno vuole favorire i Rom rispetto ad altri, si vuole solo garantire pari accoglienza, assistenza e dignità ad ogni essere umano che ne palesi il bisogno, senza differenze culturali o etniche di sorta.

Perché vedete, mai come in fatto di solidarietà, accoglienza e integrazione, non sussiste di grazia, la via di mezzo che spesso si decanta, dato che non esistono esseri umani di serie A o di serie B, quindi o si è solidali con tutti o semplicemente non lo si è, punto.

In ultima istanza, chiedo venia per questa mia richiesta, ma si potrebbe gentilmente abolire l’obbrobrioso termine “buonista”?

Da quando un concetto puro e nobile come la bontà, ha assunto un accezione negativa o è divenuto condannabile?

Siamo alla morte della società civile, bontà vostra.

Sto esagerando? Non credo, perché il declino di un Popolo inizia sempre dal impoverimento del bagaglio lessicale dello stesso, più una lingua è chiusa e incerta sul senso della parole di cui si serve e più essa divide.

Lo dice la storia…