“Lo so, c’é chi preferisce non ricordare il passato. E anche io vorrei.
Ma come avere la certezza che il passato non si ripeterá?
Quella notte che vennero a prenderci i miei sette figli erano vivi e forti.”

Il 25 Aprile non è il GIORNO della liberazione.

É la FESTA dalla liberazione, il prodotto di anni di lotte della resistenza italiana contro il nazifascismo.
Niente si costruisce in un giorno e senza lottare, è bene ricordarlo come monito per il nostro presente.

Il video che segue ci ricorda la storia dei fratelli Cervi.

Sette fratelli uccisi durante la resistenza, torturati fucilati dai fascisti il 28 dicembre 1943.
Fratelli, e figli in una famiglia contadina del 1943 che iniziava a distaccarsi dal modello patriarcale, una famiglia con sogni di riscatto dalla povertà del lavoro contadino.

Giovani che lottavano per il loro futuro.

Con sogni di giustizia sociale.

Luigi Brancato