trattati di Roma

Il 25 marzo 1957 venne firmato a Roma il trattato che istituiva la Comunità Economica Europea.

Oggi l’UE, erede della CEE con l’accordo di Maastricht (1992) e l’Euro (2001), è centrata esclusivamente sugli interessi del grande capitale, sull’imposizione di un mercato unico e sul tentativo di costruire “campioni continentali” contrapposti con altri poli mondiali.

Un’ Europa che, in nome della competitività e dei margini di profitto, comprime il salario incentivando lo sfruttamento, destrutturando i contratti collettivi, riducendo le pensioni, archiviando welfare e diritti sociali.

E’ l’Europa del fiscal compact, delle politiche di austerità, della precarizzazione, oramai sottomessa alla Banca Centrale Europea.
E nessuno ci provi a convincermi del contrario, perché ho poche verità in tasca. Ma questa c’è.

Maria Morigi