sinistre-stelle

 

 

di Alessio COLOMBIS

 

Cerco di spiegare anche oggi – visto che tanti “compagni” sembrano non capire o fare finta ipocritamente di non capire – i motivi per i quali io, che ritengo di essere un “elettore critico di estrema sinistra”, rimasto fedele alla nostra gloriosa Costituzione antifascista del 1948, ho votato il 4 marzo per ciò che era meno peggio.
Scelta che volevo, innanzitutto, avesse la possibilità di mettere fine al governo del Pd, partito reazionario e di destra, che, per me, è stato, è e rimane di gran lunga peggiore rispetto al Movimento 5 Stelle.

Inoltre, ho votato per il Movimento 5 Stelle anche perché, almeno dal 1996, sono ufficialmente contro l’euro, voluto anche dal governo reazionario Prodi-Bertinotti1 (giugno 1996-ottobre1998), e sono per il recupero totale della sovranità nazionale e monetaria del Popolo Italiano e per il ripristino del valore pieno della nostra gloriosa Costituzione antifascista del 1948.
Infatti, dopo il Trattato di Maastricht (7 febbraio 1992) e dopo quello di Lisbona (13 dicembre 2007) la nostra Costituzione non ha più il suo giusto valore, nel senso che non è più la fonte primaria del diritto dello Stato Italiano, ma è diventata, purtroppo, solo una fonte secondaria rispetto alle norme europee, fatte e imposte da lobby capitalistiche e da governi reazionari europei!

Poveri Partigiani! Povera Resistenza! Buttati via per un piatto di lenticchie capitalistiche europee!
Altro che internazionalismo progressista!

Si tratta, invece, solo di globalizzazione senza difese e di imperialismo capitalistico reazionario che crea povertà per i cittadini e i lavoratori europei e contribuisce anche a provocare gli esodi di massa di migranti, in fuga da Paesi vittime di guerre oppure di invasioni economiche e produttive imperialistiche che ne massacrano le economie!

Un tempo, nel 2001, ancora in occasione del G8 di Genova, le sinistre, almeno quelle estreme erano “no-global”! Da allora e fino ad oggi, invece, solo silenzio e complicità europeiste!

Sto ancora aspettando che qualcuno che si dice di “sinistra” ci parli del massacro del Popolo Greco!
Purtroppo, anche “L’altra Europa per Tsipras” ed anche lo stesso Tsipras, dopo essere stati sconfitti dalla Merkel e dalla Troika, sono diventati “europeisti a perdere” e parlano di cambiare quest’Unione Europea reazionaria, di destra, classista, padronale, capitalista, liberista, globalista e imperialista e di costruire, tra qualche secolo, un’altra Europa che non esiste!

Le “sinistre europeiste” a perdere, complici di tutto ciò, ipocritamente si stracciano le vesti, dopo avere consentito che tutte queste tragedie avvenissero!

Altro che antifascismo delle cosiddette “sinistre europeiste di destra”, tutte fallimentari e a perdere!
Giustamente buttate via nel nulla il 4 marzo da tanti ex elettori come me!

Basta Pd! Basta con le “sinistre europeiste”, reazionarie, padronali, filocapitalistiche, liberiste, globaliste, traditrici e di destra!
Basta ipocriti e ipocrisie! L’Unione Europea reazionaria l’avete costruita anche voi!
Dimensione carattere
Colors