di Luigi Buselli

ECCO QUALCHE ALTRO VALIDO MOTIVO PER VOTARE NO AL REFERENDUM

Questi sono i 10 punti fondamentali del programma della Loggia massonica P2 (“Propaganda 2”) di Licio Gelli “un’organizzazione criminale” ed eversiva sciolta con un’apposita legge, la n. 17 del 25 gennaio 1982.

È roba di parecchi anni fa che può far pensare che non abbia attinenza con quanto avviene oggi ma in realtà non è affatto così. I più giovani che non c’erano e gli anziani che hanno “dimenticato” possono quindi valutare quanto invece tutto quanto sta accadendo abbia origini lontane e proprio nel Nuovo Piano di Rinascita Democratica* (vedere a fondo pagina di questa nota), della P2, valutando e tenendo presente l’attuale situazione:

1) ABROGAZIONE DELLA COSTITUZIONE NATA DALLA RESISTENZA
2) ABROGAZIONE DEL SISTEMA ELETTORALE PROPORZIONALE E SUA SOSTITUZIONE CON IL SISTEMA UNINOMINALE MAGGIORITARIO
3) INSTAURAZIONE DELLA REPUBBLICA PRESIDENZIALE
4) LEGITTIMAZIONE COSTITUZIONALE DEGLI EREDI DEL FASCISMO
5) RIENTRO DEI SAVOIA IN ITALIA
6) ABOLIZIONE DELL’ESERCITO “DEMOCRATICO” DI LEVA E SUA SOSTITUZIONE CON UN ESERCITO DI MESTIERE
7) SCIOGLIMENTO DEL PARTITO COMUNISTA
8) ASSORBIMENTO DEL SINDACATO (VEDI CGIL) IN UN SISTEMA DI RELAZIONI TALE DA ANNULLARNE LA PORTATA DEL CONFLITTO SOCIALE, RENDENDOLO TOTALMENTE SUBALTERNO AL MODELLO INDUSTRIALE CAPITALISTICO
9) PRIVATIZZAZIONE DELLE AZIENDE DI STATO O A PARTECIPAZIONE STATALE NELL’INDUSTRIA (SIDERURGIA), NELL’ENERGIA (ELETTRICITÀ, IDROCARBURI) NEI SERVIZI (TRASPORTI, POSTE, TELEFONIA, SCUOLA, SANITÀ), NEGLI ENTI LOCALI (ACQUEDOTTI, GAS, TRASPORTI, MUNICIPALIZZATE VARIE ETC…)
10) RAFFORZAMENTO DEL LEGAME DI DIPENDENZA DELL’ITALIA CON GLI USA.

Tutti gli obiettivi compresi in quest’elenco sommario sono stati finora grosso modo raggiunti, meno due: L’abrogazione della Costituzione e la realizzazione di una Repubblica Presidenziale con poteri speciali al capo dello stato (come negli USA).

Come sempre, ci sono delle precise responsabilità. Traete voi le conclusioni dopo aver letto quanto segue:
a) Il PCI si è sciolto da solo (segretario Occhetto), non appena è crollata l’URSS a differenza dei partiti comunisti di Francia, Spagna, Portogallo e Grecia
b) La CGIL ha scelto da sola (segretario generale Trentin) la strada della codeterminazione (poi concertazione) nell’ambito delle relazioni triangolari con il governo e la Confindustria
c) La privatizzazione delle grandi aziende di Stato e delle Municipalizzate è avvenuto in gran parte per iniziative di governi e amministrazioni locali a guida PDS (poi DS)
d) L’esercito di mestiere ha sostituito l’esercito di leva per iniziativa di un governo a guida DS (D’Alema)
e) Il rientro dei Savoia in Italia è stato decretato da un’ampia maggioranza comprensiva di gran parte dei parlamentari diessini
f) Il riconoscimento democratico e costituzionale agli eredi del fascismo è venuto tanto da destra quanto da sinistra (Violante ed i DS in genere)
g) Lo stesso D’Alema ha sancito la più totale ed inedita dipendenza politico—militare italiana, nei confronti degli USA, partecipando all’aggressione contro la Jugoslavia del 1999 (Craxi e Andreotti non sarebbero arrivati a tanto!)
h) La Costituzione Italiana è ormai a brandelli. L’Italia non è più una repubblica antifascista fondata sul lavoro, che ripudia la guerra. Gli eredi del fascismo sono stati e stanno al governo. I lavoratori non hanno mai contato niente come adesso. Il Tricolore sventola dovunque gli imperialisti americani vadano per uccidere, distruggere, sottomettere.

Questa volta la piroetta “da sinistra a destra” che caratterizzò il Mussolini del 1914 (e fece scuola), ha riguardato un’intera classe politica “di sinistra”, ex o postcomunista, che si è venduta la Democrazia e la Costituzione (cioè la Repubblica) per mantenersi seggi, poltrone, cadreghini, con relativi appannaggi, prebende e sinecura.

*NUOVO PIANO DI RINASCITA DEMOCRATICA, per chi non lo conoscesse o per chi avesse “dimenticato”:
http://web.tiscali.it/comunisti-pistoia/Memoria/RinascitaDemocratica.htm