bambini poveri

di Giorgio CAMERANESI

La celebrazione dell’anniversario dei 60 anni dalla firma dei Trattati europei di Roma dello scorso sabato si è consumata in una delle più immani disinformazioni di massa di tutti i tempi.

Guardate come hanno ridotto la Grecia e ditemi se pensate che i burocrati e gli ordoliberisti europei dopo 60 anni possano davvero voler costruire quella che ancora qualche illuso chiama “un’Europa diversa”.

Come al solito i fatti di sabato sono stati travisati da giornali e televisioni, ma soprattutto, questa volta hanno voluto dare un senso “popolare” all’evento con alcune manifestazioni.

Quattro manifestazioni “pro Europa a patto che l’Europa cambi”, tre a Roma e una a Londra, e inoltre hanno cercato di mascherarle concedendo una manifestazione “contro l’Europa”, promossa dalla piattaforma Eurostop, con la speranza che finisse in disastrosi scontri: ma, nonostante le forze dell’ordine abbiano provato a provocarli, non ci sono riusciti.

Tutti questi aspetti non vanno minimamente tralasciati!

Sabato si è consumata la piu’ grossa presa in giro dei popoli europei.

Hanno nuovamente sottoscritto dichiarazioni retoriche estremamente orientate, affermano, verso il popolo europeo che parlavano sopratutto di diritti e hanno rimarcato anni di mancanza di guerre, rivalutando i principi fondanti dell’Europa.

Tutto questo per contrastare il crescente tornado del populismo mondiale, perché non solo li sta facendo tremare, ma perché sanno che non sono neppure in grado di contrastarlo, se non con bugie e repressione.

Enrico Letta

Enrico Letta balla durante le Andreatta Lectures

Le paradossali dichiarazioni del Presidente della Repubblica italiano, che prevede l’attuazione di questi principi nei prossimi dieci anni, sono una evidente volontà di non metterli in atto e quindi il nuovo trattato firmato ieri è nato già morto!

Sessanta anni di predomini finanziari delle classi dominanti hanno portato al disastro economico europeo.

Per questo ho deciso di proporre e guardare insieme a voi un video su come hanno ridotto la Grecia e vi chiedo: queste ignobili carogne possono cambiare?