Emmanuel Macron

Volete restare così. Essere tutti fra dieci anni come la Grecia, oppure peggio? 
Per carità, fatelo. E poi guardate negli occhi i vostri figli.

Oppure dovrete comprendere che il mutamento della Storia prevede una “spaccatura”, un terremoto, un danno. Un divorzio da alcune idee radicate nel nostro cervello.

Spesso, una guerra.

Stavolta, mi auguro, non servirà una guerra.

Serve una scelta. Capire chi è il nemico.

Il NEMICO è il sistema ordoliberista europeo. Il sistema neoliberista americano.

IDEOLOGIE TOTALITARIE.

Il nemico è uno che si definisce “liberalsocialista”, come Emmanuel Macron. Ed è un sostenitore di un certo tipo di società. Quella che sta attuando “il trasferimento sistematico e istituzionale di risorse pubbliche ai soggetti economicamente più avvantaggiati della società”. Il “socialismo dei ricchi“.

 
Per eliminarlo politicamente ci vuole una sinistra popolare, forte delle sue convinzioni e dei suoi programmi senza alcun compromesso. Una sinistra che garantisca lavoro e benessere alle fasce più deboli. Come ha sempre fatto quando si poteva dotare di questo nome. Essere davvero sinistra.

Se lasciate affrontare il nemico alla destra reazionaria, poi, non lamentatevi.

Massimo Ribaudo