Golpe Grecia

50 anni fa esatti il colpo di stato militare in Grecia.
Riflettiamoci.

Ancora oggi la democrazia, che non è in sé un orizzonte di uguaglianza e piena libertà realizzato ma come minimo costringe i dominanti a mediare sui propri interessi, rappresenta un impiccio.

Ciò che però prima poteva essere fatto soltanto assumendosi la responsabilità di essere storicizzati come criminali, coi carri armati e la soldataglia, oggi si può fare in modo sterile con le banconote o addirittura soltanto con click di mouse.

Mentre i telegiornali vi spiegheranno a reti unificate che l’integrazione dei mercati porta la pace.

Enea Boria